Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

31 gennaio, 2016

Donne, du du dù, in cerca di guai, donne annoiate che non la danno mai

Scusate se negli ultimi tempi non ho scritto molto ma ero impegnato a combattere l'ISIS scopandomi ragazzine musulmane, che è anche un'ottima scusa da tirar fuori quando ti chiedono perché gli hai sborrato sul velo.
"E' un gesto simbolico, un atto di ribellione contro le rigide leggi della vostra fede che vi impongono di nascondere il viso,relegandovi al ruolo di semplici bestie da riproduzione senza una personalità. Io sborro sul tuo velo e così facendo ripudio la sua natura di oggetto che opprime e svilisce il tuo essere donna. E comunque volevo centrarti la bocca."



E questo è più o meno tutto il contributo che ho dato al mio paese nella lotta contro il terrorismo. Ognuno fa quel che può. So che molti di voi scalpitano dalla voglia di arruolarsi e andare in Medio-Oriente a far saltare in aria un po' di culi, mentre altri mantengono stoicamente inalterata la foto profilo con la bandiera francese.
Scherzo, nessuno di voi lo ha fatto. Siete durati di più quando è schiattato David Bowie. E il bello è che non avete mai ascoltato un cazzo di Bowie. E non vi biasimo dato che, siamo seri, a chi cazzo può fregare della morte di Bowie? Giusto ai cinquantenni che si facevano le pere negli anni '70. Esatto, a Morgan.

Se penso che Morgan si scopava Asia Argento mi sento tutto male dentro. Cosa ci trovano certe bellissime donne in simili relitti umani? E' il fascino del bad boy, o sono semplicemente stupide? Perché io darei il mio cazzo in pasto ai cani piuttosto che scoparmi una tossica scheletrica con velleità artistiche. Ma forse sono strano io, chi lo sa. Rimane il fatto che le donne hanno un coraggio senza pari quando si tratta di scegliere il partner. Una donna può andare a letto con Brad Pitt o Magalli indifferentemente, a patto che alla base del rapporto ci sia un minimo di sentimento. Un uomo invece non accetta nulla al di sotto di una ben precisa soglia di bellezza, che chiameremo "La sottile linea Arisa" (viso un po' meh, ma due tette prestigiose. Il perfetto esempio di donna al limite della scopabilità).




Il punto è che le donne sono complicate e quindi riescono benissimo in questo genere di cose. Per un uomo la vita è un semplice gioco in cui ogni giorno si deve scegliere tra giusto e sbagliato, per una donna no. Una vita a due opzioni non è contemplabile. Per una donna tutto dev'essere sempre più complicato. Per loro, rimuginare sopra alle cose è più gratificante che farle.
Molti considerano questa loro caratteristica con occhio romantico, affermando che fa parte della loro natura dolcemente volubile. Io preferisco guardare a questo loro modo di comportarsi come a un tragico errore biologico, che le ha dotate di un ciclo mestruale troppo invadente e un cervello sbilanciato più verso la parte emotiva che quella pratica.

Il che, a conti fatti, è il motivo per cui l'uomo ricopre da sempre un ruolo dominante. Non è una questione di fisicità. E' una questione di cervello. Certe donne polacche bodybuilder potrebbero farmi il culo con una mano sola mentre con l'altra tagliano legna che servirà a portare il pane in tavola per le loro famiglie, ma mettile davanti alla scelta di un vestito per una cena fuori con un ragazzo carino e vedrai che anche la femmina più stabile del mondo di colpo diverrà un vulcano di ansie, dubbi e puttanate assortite partorite da una mente malata.




Che sia chiaro, io non ho niente contro le donne. Adoro la vostra fragilità emotiva che pur pregna di controindicazioni rimane comunque grande fonte di eccitazione sessuale. A nessuno piace la donna mascolina e sicura di sé, a meno che non sia una giornata un po' così e ti venga voglia di un porno di dubbio gusto. La donna fragile e sottomessa è l'esatta incarnazione dei nostri desideri. E le femministe dal facebook facile sono solo delle esibizioniste che negano con più forza delle altre la grande, scomoda verità che accomuna il genere femminile dall'alba dei tempi: le donne possono sempre fare affidamento su un uomo.

Pensateci: per quanto una donna possa finire in disgrazia avrà sempre una via di fuga, e quella via di fuga si chiama "scopare un tizio che pagherà il mio cibo e i miei vestiti". Alcuni lo chiamano "matrimonio". Altri "amore". Altri ancora "prostituzione". Alla fine dei giochi sono tutti termini che significano una cosa sola: se sei una donna puoi ottenere sostentamento da un uomo a vita natural durante semplicemente facendoci sesso insieme a intervalli che TU deciderai. Che cazzo di affare.

Attenzione, non voglio che questo post venga frainteso. Nessuna donna merita di essere considerata inferiore rispetto ad un uomo: non è questione di meritarselo o meno, è che la natura ha deciso così, e la natura non si può cambiare. Hai le ovaie? Cazzi tuoi, adesso stirami la camicia e in cambio ti darò un tetto sotto a cui vivere.




E prima che tiriate fuori l'esempio delle donne di successo che ricoprono ruoli importanti, vi chiederei di fare un rapido calcolo e quando dopo molti sforzi sarete giunti finalmente ad un numero a doppia cifra sarà già troppo tardi perché questo post sarà finito.




Nessun commento:

Posta un commento