Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

20 agosto, 2014

Leggere notizie di cronaca mi fa venire voglia di fare una strage a Gaza assieme a Renzi e un gruppo di gattini armati




Oggi siamo il 20 agosto 2014 e io apro Repubblica perché odio la vita. Scorro rapido la pagina alla ricerca di una notizia che possa interessarmi con la sicurezza matematica che finirò a guardare le tette di una modella di intimo scelta a caso dalla colonna destra.


Oggi no. Oggi, 20 agosto 2014, decido che è ora di squarciare il velo di Maya per rendere finalmente chiaro ai vostri occhi annebbiati da fumo scrauso e anni di DioTV quanto sia deprimente il giornalismo o, se volete, il modo deprimente di raccontare il deprimente mondo in cui viviamo.


Home Page di Repubblica, 20 agosto 2014, ore 11.00

Siria, reporter Usa decapitato da jihadisti

Partiamo dal fatto che è americano e quindi chi cazzo se ne frega, gli americani sono tanti e potenti e uno in meno non farà differenza. E' stato decapitato? E' questa la notizia? Ci credo, è nato in una gigantesca nazione abituata a bombardare le piccole nazioni di merda dove questi agitati figli di troia col turbante hanno avuto la sfiga di nascere, poi se vai a casa loro a scattargli foto mentre crepano sotto le bombe costruite nel tuo paese può capitare che a uno gli saltino i cinque minuti e decida che la tua testa di cazzo se ne stia meglio infilata in un palo.

Napoli si sveglia nella ripresa
con l'Athletic Bilbao è 1 - 1

Una partita di pallone è finita con un pareggio. Yawn. Svegliatemi quando aboliranno questa stronzata del pareggio e introdurranno nel calcio la regola che è obbligatorio segnare almeno cinque gol a partita. Forse quel giorno la smetteremo di vedere novanta minuti di venticinquenni che giocano a torello e ogni tanto rotolano per terra.

Fonti ucraine
"Blindati Russi a Lugansk"
I ribelli accusano:
"Strage di bambini a Donetsk"

Questo è bello, sembra uno scioglilingua. Il lettore casuale che passa su Repubblica non sa un cazzo di cosa sta succedendo in Ucraina, sa solo che ci sta gente che gira coi carri armati e si sta sul cazzo a vicenda. Se poi ci metti anche questi precisi riferimenti geografici impronunciabili allora vuol dire che non te ne frega un cazzo neanche a te che hai scritto la notizia di cosa stia succedendo da quelle parti.
Strage di bambini a Donetsk? Sul serio? Sono più affascinato dalla capacità di un popolo di chiamare un paese "Donetsk" e pronunciarlo nella vita di tutti i giorni senza pensare "che cazzata abbiamo fatto" che dalla strage di questi bambini Donetskiani. Donetskiani? Sarà giusto?

'Ndrangheta, arrestato a Roma Vincenzo Crisafi

Un altro mafioso arrestato. Adesso siamo al sicuro.

Il superattico da trecento milioni

Raccolta di foto di un superattico da trecento milioni. Perché è buona cosa ricordare che c'è gente che se ne sbatte i coglioni dei bambini Donetskiani morti e preferisce buttare soldi in cose enormi e lussuose.

Gaza, altri razzi: tregua in pezzi

Questa è bellissima, non trovate? Molto musicale. Così tante zeta in una sola riga non le avevo mai viste. Commentino veloce? Lasciate che si ammazzino tra di loro. Davvero dovremmo essere interessati a quello che succede in quella manciata di chilometri quadrati? Sono anni che si bombardano tra di loro peggio di Napoli a Capodanno, con un po' di pazienza non rimarrà in vita nessuno e in quella striscia di merda potranno insediarsi con comodo gli americani.

Festa Roma, entra Totti e Garcia lo fotografa

Qualcuno ha fotografato Totti. Ieri su Novella 200 tra le foto di un paio di tette e quella di un paio di tette ho visto le foto di Totti al mare insieme al paio di tette che si è sposato. Presumo che domani vedrò altre foto di Totti con la maglia della Roma, o a petto nudo al mare insieme a un paio di tette.

Ferguson, nuove proteste nella notte
Voci sull'arrivo di Obama

I neri in America stanno protestando perché è un morto un nero. Tra un po' arriva il presidente nero a calmare le acque.
Qua in Italia ci interessano molto notizie del genere, è incredibile vedere come una comunità di bianchi così zeppa di neri gestisca una situazione tanto delicata. Più che altro ci stupisce il fatto che la cosa non si sia risolta in un "zitti, negri" rivolto alle famiglie nere da parte dei bianchi che comandano, prima di girarsi dall'altra parte e continuare la propria vita senza sensi di colpa dovuti a fantomatici rimorsi di sapore razzista.
Qui se un italiano uccide un rumeno e un altro rumeno prova a protestare uccidiamo anche l'altro rumeno, dopo li scarichiamo sul pavimento di una gioielleria e diciamo che hanno tentato una rapina. E poi dicono che gli americani sono avanti.

Chicago, barricati in casa con tre ostaggi: due sono bambini

Deve essere lo USA Day. Altra notizia che ci appassiona molto: in America dei pazzi con le pistole stanno facendo cose da pazzi. Quando la smetteranno? Cattivi americanacci!
Siamo affascinati dallo stile di vita americano, l'idea che girare con delle pistole sia di uso comune solletica i nostri istinti animali. Vogliamo altre stragi nelle scuole!

Usa, progettavano strage in college
due adolescenti arrestati a Los Angeles

Giuro sulla mia capacità di farmi seghe che non avevo ancora letto questo titolo di cronaca prima di scrivere quello qui sopra. Diamine, o sono un telepate o l'addetto alle notizie sul sito oggi si è svegliato con l'uccello duro e l'inno americano che usciva dalla radiosveglia. Ancora America! STRAGI NELLE SCUOLE! PISTOLE! Nel frattempo, in Italia, Totti va al mare con un paio di tette.

Delfino, fiocco azzuro al Parco
il parto del "cucciolo" in diretta

Fottuti delfini che rubano spazio ai gattini.

Hiroshima, 27 morti e 10 dispersi
Gigantesca frana travolge le case

Possono consolarsi pensando che una bomba atomica avrebbe fatto molti più danni.

le Borse tirano il fiato in attesa della Fed
Il dollaro recupera
Spread sotto 160

Oh, mi mancava l'articoletto sull'economia che non legge nessuno e che nessuno capirebbe anche se lo leggesse. Le Borse tirano il fiato? Stanno facendo i cento metri stile libero? Ma sul serio, perché parlare delle Borse come entità viventi? Per come la vedo io (e io non so un cazzo) la BORSA è un mucchio di gente che si lancia addosso pacchi di soldi senza sapere che cazzo succederà il giorno dopo. Una pazzia, un circo, un qualcosa che riempe lo spazio della Home page di un giornale.

Robin Williams, a una fan malata ecco il suo ultimo messaggio

A meno che nel messaggio non si sia lanciato nell'interpretazione improvvisata di un transessuale dal cuore d'oro ma dalla vita difficile intenzionato a effettuare una rapina in banca assieme a un gruppo di ragazzini thailandesi stanchi di vendere il proprio corpo, beh, che cazzo dovrebbe fregarmene di un video sgranato in cui un vecchio attore saluta, ringrazia per l'affetto e augura di guarire? Sul serio, se voglio emozionarmi guardando un video scarico Asa Akira: la vendetta di Mandingo.

Taglio pensioni d'oro, un coro di "no"
Renzi: "Prima riforma giustizia civile"

Renzi deve avere qualche problema con le tabelline perché sono mesi che annuncia quale sarà la sua prima riforma ma deve ancora succedere un cazzo e io inizio a pensare che per lui il concetto di "primo" non sia equivalente a 1 (uno) ma a VEDIAMO PER QUANTO TEMPO ANCORA SONO CAPACI DI ASPETTARE LE MIE SCIMMIETTE. Aspetto con ansia l'articolo di Repubblica di domani in cui potrò leggere cosa dirà Renzi domani, sperando che quello di dopodomani sia ancora meglio.

Da Lady Gaga a Balotelli
Secchiate virali contro la Sla

Volti noti si fanno lanciare secchiate d'acqua per combattere una malattia degenerativa? Fanculo, bambini morti del Dansktkestan.

Conte, la Nazionale ora è sua
"Ripartirò dal blocco Juve"
le frasi chiave del nuovo tecnico

Alla guida di quel gruppo di signorine dall'alto salario con le Nike ai piedi hanno messo un tizio col parrucchino che parla per slogan e adora la Juve. Aggiungeteci lucine colorate, festoni di carta, una trombetta brasiliana e Balotelli che scola champagne mentre una troia glielo succhia e possiamo cominciare a parlare dei prossimi Europei, che non c'è tempo da perdere.


Nessun commento:

Posta un commento