Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

10 aprile, 2014

True Detective non è poi così bello come dicono

In giro per l'Internet gira voce che negli USA sia da poco finita la serie televisiva più figa di tutti i tempi. Si intitola True Detective e ha ricevuto tanti di quei commenti positivi che Breaking Bad a confronto sembra le ultime 15 stagioni dei Simpson.

Siccome voi web-recensori e il vostro facile entusiasmo mi avete causato già abbastanza problemi in passato ho pensato di verificare la vostra versione dei fatti. E come sempre ho constatato che non ci capite un cazzo.

E' la serie tv più figa di tutti i tempi? Manco per idea.


Ma andiamo con ordine.


True Detective è una serie di 8 episodi che vede protagonisti Matthew McConaughey (la causa indiretta di tutti i meme su DiCaprio che perde l'Oscar, grazie mille) e il grandissimo Woody Harrelson, che i più scafati di voi conosceranno per film quali Zombieland e Natural Born Killers, oltre che per la sua pubblica passione per la marijuana (la causa indiretta che lo spinge ad accettare ruoli ridicoli in film ridicoli come Hunger Games.)

I nostri interpretano una coppia di coinquilini nerd che si cacciano in situazioni buffe due detective della Omicidi impegnati a risolvere un caso nella rurale Louisiana, ottima scusa perché i due attori possano sfoggiare il loro naturale accento del sud che tanto fa bagnare i redattori di Serialmente.

Non sto qui a parlarvi della trama e cazzate varie: Wikipedia la sapete usare.

Il punto di forza di questa serie e la ragione per cui tutti quanti sono andati in sollucchero si trova nelle diverse personalità dei due protagonisti, così distanti tra di loro eppure così profondamente legati da un tacito vincolo di rispetto e amicizia, un vero classico da manuale del perfetto sceneggiatore.

Uno è Martin Hart, un poliziotto collerico ma giusto, di saldi principi e con, nell'ordine: 1) bella famigliola, 2) amante. Harrelson è bravo e se la cava bene nonostante il ruolo ingrato che non spicca per originalità.
Favorisco foto dell'amante:




So cosa state pensando: tette se uno dei due caratteri principali è un tale piattume per forza di cose l'altro poliziotto deve essere una Bomba H di carisma.

E infatti è così: il poliziotto Rust Cohle, interpretato da McConaughey, è chiaramente il pezzo da novanta su cui hanno puntato tutto.
In pratica si tratta di un uomo dal passato oscuro e tormentato (problemi famigliari e di droga) che ha sviluppato nel corso del tempo una totale disillusione nei confronti della specie umana e si è creato da sé una personale filosofia di vita che farebbe la gioia di qualsiasi adolescente incazzato col mondo intento a sfogare la propria rabbia esistenziale attraverso uno schermo di computer.
In pratica è il personaggio che tutti noi vorremmo essere, così dannatamente cool e così dannatamente inconsapevole di esserlo. (INSERIRE SMILE CHE SOSPIRA)



Il problema è che le frasi ad effetto del nostro eroe e tutti i suoi vaneggiamenti sulla vita e la morte e altri Grandi Temi Importantissimi tendono a risultare ridondanti e superflui dopo la, mmmh, centesima volta che vengono esposti nel corso di una puntata.

Che il personaggio nichilista/pessimista di turno sia una trovata che gode del favore del pubblico (qualcuno ha detto Dottor House?) è risaputo, il problema è che si è cercato di spingere un pò troppo su questo aspetto, oltrepassando il limite dell'accettabile per sfociare nell'eccesso: alla prima puntata Rust Cohle vi sembrerà Gesù Cristo risorto per mondarvi dai vostri peccati e le sue frasette da psicopatico funzionale vi rimarranno impresse nel cervello come gli aforismi di Jim Morrison ai tempi delle medie, ma una volta arrivati alla seconda puntata inizierete a provare un leggero prurito, e alla terza vi ritroverete puntualmente scocciati dalle vagonate di supponenza che si riversano fuori dalla bocca di Cohle sotto forma di colte citazioni letterarie di stocazzo e monosillabi impregnati di depressione.

Quando si tende a strafare si rovina tutto, e questa regola vale anche per True Detective: l'insistenza esagerata su certi concetti e certe situazioni può sembrare una gran cosa all'inizio, ma stanca in fretta e si conclude in un nulla di fatto.

Nonostante un cast di attori eccezionali, un'ambientazione suggestiva e una storia banale ma raccontata con bravura True Detective non si può definire come la serie più figa della storia.

Diffidate di tutti gli esaltati che ve la menano su quanto gli sia piaciuta.
Se qualcuno si azzarda a fare paragoni con Twin Peaks ricordategli che Twin Peaks è una merda.
Non si arrenderanno. Vi reciteranno un dialogo a memoria e vi mostreranno il celebre piano sequenza di 6 minuti che ha fatto venire nelle mutande tutti quanti, ma più di questo non possono fare. Un mare di noia non può essere arginato da piccole dighe di originalità, e dopo questa metafora del cazzo passo e chiudo.



18 commenti:

  1. true detective non è poi così bello?
    twin peaks è una merda???

    qualcuno può dare fuoco a questo blog IMMEDIATAMENTE? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho già preparato accendini, fiammiferi, benzina e lanciafiamme. Ti seguirò a ruota per lo sterminio IMMEDIATO! :)
      Ahahah! "Quant'è bella l'ignoranza che si sfugge tuttavia"?
      Eduzza

      Elimina
  2. Twin peaks l'ho trovato di una noia assurda.. Sarà la mia avversione per Lynch. E comunque si, true detective non è sto granché, di sicuro non quel capolavoro osannato da tutti. Lo state sovrastimando sull'onda dell'entusiasmo generale, tra qualche anno non lo ricorderai nemmeno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Twin peaks all'inizio era fico, diciamo che è stata un'occasione sprecata, c'erano dei dialoghi bellissimi e delle idee interessanti.

      Elimina
  3. true detective ha una trama un po' scontata ma è girato molto bene. la fotografia e le inquadrature son splendide. il finale non è granché ma la recitazione è ottima. i pistolotti di meccònaghi stufano, certo, ma devo dire che l'ho apprezzato più qui che in mud o killer joe. harrelson fa la sua sporca figura anche se nessuno se lo considera. è la serie migliore dell'universo intero? no ma è una delle meglio riuscite. e lynch è una palla infinita. amen.

    RispondiElimina
  4. Bravo, cazzo. Mi ero pure letto la rece del finale di stagione su serialmente per vedere se ero l'unico a cui era sembrato un finale degno di csi, ma mi sono perso nei paragoni con dante e chicchessia.
    Come dici te buoni attori, bella atmosfera e belle amanti per woody, ma pistolotti di rust alla lunga seccanti(e ,come il dialogo finale preso da un fumetto di moore e l'eterno ritorno di nietzsche,son copiati da qualche filosofo che non conosco) e regia che diventa insopportabile con i continui totali a campo aperto per farci vedere 'sta cazzo di natura indifferente e piccolezza dell'uomo.
    E comunque Breaking ba doveva finire due episodi prima.

    RispondiElimina
  5. @ ciku: sei il trecentesimo che cita killer Joe per fare riferimento alla carriera di maconaghiu, anche tu come me non sai un cazzo della sua filmografia. Con lui ho visto anche frailty, un bell horror in cui c'era pure l'archeologo di Jurassic park.

    @bauer : breaking bad doveva finire con esplosioni più forti, o non doveva proprio finire, bitch.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. semmai la trecentesima e ho citato mud e killer joe perché sono i film che ultimamente il mondo prende come termine di paragone per dire: minghia come recita da dio adesso mecconaghi. a dar credito alla filmografia, ne ho visti addirittura nove.

      Elimina
  6. TD soffre principalmente del fatto che è molto bello, MOLTO, ma è stato assurto a serie Dio in tre secondi. E sono l'unico che si ricorda MMC in 'Il Momento Di Uccidere'?

    E cos'è sta storia su BB che non doveva finire? DOVEVA. Era una serie bellissimerrima (ho tutti i DVD) ma alla fine doveva finire. L'unico problema sono tutti quegli hipster che rompono le palle perchè 'dopo BB le deluge'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si fa per dire, ovvio che doveva finire prima o poi. Soprattutto perché se si fossero dilungati troppo sarebbe andato tutto in vacca e sarebbe stato un peccato mortale.

      Elimina
  7. Faina, conosci una serie chiamata Black Mirror?

    RispondiElimina
  8. Si e mi è piaciuta molto. Ho visto due stagioni tempo fa e l'episodio del circuito della memoria e del tizio che l usa per scoprire il tradimento della moglie è fantastico (l'attore tra l'altro è Johnny quid di rocknrolla, quando l'ho visto ci sono rimasto) ma in generale tutti gli episodi sono pazzeschi, peccato ne abbiano fatti cosi pochi. Anche quello del pupazzo rosa che viene candidato come politico mi era piaciuto. Una gran serie.

    RispondiElimina
  9. Concordo. A me e' piaciuto da matti quello della dittatura televisiva e della gente confinata in quei loculi/palestre. Dovrebbe esserci una terza stagione alla fine di quest'anno.

    RispondiElimina
  10. insieme a black mirror, td è una delle poche cose degli ultimi anni che ti fanno sconfinare dal puro piattume televisivo ... poi liberi di dissentire e di sentire noia durante la visione, non darei fuoco a questo blog ma un piccolo incendio si:) a me harrelson ha sempre suscitato dubbi, però in larry flint era stato spettacolare e Cristo mcCounaghey fino a 4 anni fa manco sapevo chi fosse; un miracolato, un genio o semplicemente un bravo attore che ha capito quali ruoli indossare e come trasformarli ...true depressione always:)

    RispondiElimina
  11. Non avete veramente un cazzo di niente da fare eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si dice PRDQP

      Elimina
    2. Compratevi un criceto. E non date carzelloddi ai troll che poi se no ingrassano e non schiodano più. P.S. True Detective è bello, la rece è di parte. Pace!

      Elimina
    3. Hai ragione. Ma i troll non si schiodano nemmeno a digiuno. Sapevatelo! ;-)

      Elimina