Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

17 aprile, 2014

L'ennesimo post politico (ma con la droga e la figa)


Ho accolto con estremo piacere la notizia della condanna di Berlusconi, soprattutto perché me l’ha data una marocchina diciottenne raccattata alla stazione mentre era intenta a succhiarmi lo scroto con la sua lingua ruvida e sbarazzina.

Personalmente credo che questa cazzata dei servizi sociali non sia altro che una sciocchezza costruita a tavolino per tenere a bada gli intellettualoidi di sinistra, così che possano scambiarsi pacche sulle spalle e proclamare a gran voce con malcelato senso di superiorità “Ecco cosa si merita chi non rispetta la legge!” prima di cominciare a rollare canne.

Ma mi rendo conto che questa mia teoria sembra una cosa da complottisti del M5S, personaggi così dediti a trovare sempre il lato negativo delle cose che se vedessero Berlusconi decapitato con una mossa ninja da un partigiano novantenne handicappato e senzatetto invece di esultare sarebbero capaci di sostenere che è tutta un’allucinazione causata dalle scie chimiche.

Perché i movimenti popolari di protesta devono sempre puntare su queste baracconate pseudoscientifiche per rinsaldare la loro posizione? Scie chimiche, Internet come democrazia, banner da inserire nel codice HTML del blog che dovrebbero salvare le balene finlandesi? Sul serio?
E’ troppo sognare un mondo in cui un gruppo di gente desiderosa di cambiamento riesce ad organizzarsi in modo pacifico e non violento e porsi degli obiettivi seri, delegando la rappresentanza a gente giudiziosa e responsabile delle proprie azioni, con l’intento di creare un paese migliore in cui vivere? Ma questo non è il momento né il luogo per parlare dei miei deliri da acido.

Voglio dire, io a gente come Grillo non affiderei il mio cane nemmeno per mezz’ora, per paura che lo metta in vendita sul suo blog trovandogli un posticino pubblicitario in mezzo alle offerte di DVD e magliette del M5S in cotone equosolidale prodotte senza uccidere balene finlandesi.

Ma torniamo a parlare di Berlusconi. E della sua lingua ruvida e sbarazzina.

Il dibattito mediatico che si è sviluppato in questi giorni ha spaccato in due il paese: da una parte ci sono coloro che ritengono una simile condanna troppo lieve e tardiva e che comunque la carriera politica dell’ex-premier avrebbe dovuto concludersi prima, dall’altra quelli che quando si fermano al distributore e aprono il portafogli non sono arrivati al punto di guardare in cagnesco il benzinaio come se la colpa fosse sua.


E intanto Dell’Utri ha fatto le valigie ed è fuggito all'estero, trovando rifugio in Libano. Mica stupido, ma io al suo posto avrei scelto una splendida località balneare piena di sole e belle fighe dove la giustizia italiana non avrebbe mai potuto arrivare. Tipo la Sicilia.


7 commenti:

  1. Ma dell'Utri non l'avevano preso? (O meglio, non si era fatto prendere?)

    RispondiElimina
  2. Cattivissima quella della Sicilia.... Faina ti vuoi inimicare il sud? XD

    RispondiElimina
  3. ero scattato subito richiamato dal suono delle quattro lettere magiche ed invece, neanche l'odore, ma allora vaffanculo ma che so' scherzi da fasse a quest'ora?

    RispondiElimina
  4. Faina l'inizio fa cagare!
    Sembra un "inizio post voglio farlo come QDG ma non sono capace".
    Anche il richiamo alla lingua ruvida e sbarazzina... bocciato.

    Oggi son così, ne ho per tutti.

    Comunque, a mio parere, nessuno potrà mai competere con certi inizio post di QDG, nemmeno lui stesso.

    Boys don't cry.
    Ultimamente sto frequentando una tipa molto più giovane di me. Stasera avremmo dovuto fare sesso anale, ma deve scrivere tre paginette di A per domani.
    Ovviamente sto scherzando: non farei sesso con una minorenne nemmeno se questo servisse ad assolverla dai suoi peccati.
    Per quanto bisogna ammettere che non si può mai dire. Supponete ad esempio che un punkabbestia di Crotone in astinenza da subutex si intrufoli coi favori della notte in casa vostra in cerca di un cesso decente che dia soddisfazione alla sua colite e, nello sfogliare distratto TV Sorrisi e Canzoni, riconosca nei successi professionali di Luca Argentero il totale disfacimento dei principi di meritocrazia lavorativa su cui dovrebbe fondarsi una moderna repubblica occidentale, così in un moto di rabbia ferina dettata dalla frustrazione irrompa nella vostra camera da letto, fracassi il cranio di vostra moglie con l’iPod-station in alluminio anodizzato e punti un cacciavite a stella di Leroy-Merlin da €3.95 dritto sul collo di vostro figlio, minacciandovi di sgozzarlo come un pipistrello ad un concerto di Ozzy Osbourne se non ve lo scopate davanti a lui.
    Mi state seguendo?

    inarrivabile.
    tu, comunque non sei male.

    RispondiElimina
  5. I movimenti popolari puntano su baracconate...vero.
    Ci si dorvrebbe dedicare a cose più serie...vero.
    E allora tu che sei convinto che Berlusconi sia la causa determinante dei pochi soldi in portafoglio dell'operaio?

    Ti dò un link: www.paolobarnard.info
    Visto che hai molto tempo, leggiti gli articoli di questo giornalista che ha combattuto FEROCEMENTE tutti i giornalisti e personaggi che tu stesso reputi dei gran pagliacci, e ha spiegato con assoluta autorità qual'è la vera causa della crisi economica e del nostro decadimento.
    Leggiti anche il suo trattato "il più grande crimine".

    Uno cazzuto e diretto come te non può restarne indifferente.
    Ti assicuro che mi ringrazierai.

    RispondiElimina