Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

21 agosto, 2013

Fuggi, cervello, fuggi

“In Italia si sta di merda porcodio”, diceva una canzone di qualche anno fa. O forse era mio cugino. Rimane il fatto che ai giorni nostri in Italia si sta veramente male, con la crisi economica e il disagio sociale e tutte quelle ragazzine diciottenni in tacchi e leggins di pelle che te la danno se gli offri un gin tonic.
Che paese di merda. Dove sono finiti i sani valori morali di una volta? Sicuramente non nelle vagine delle diciottenni italiane dei giorni nostri. Ho controllato.



Sembra che l’unica soluzione possibile per garantirsi un futuro meno grigio sia fare i bagagli e andarsene all’estero. Ormai lo fanno in molti, controllate la vostra pagina Facebook se non ci credete. Londra, Germania, Australia: la gioventù italiana cresciuta a pasta e Playstation ha capito grazie a Grillo che qua da noi non c’è speranza, il lavoro scarseggia e i concerti indie pure.
E’ tempo di salutare mamma e papà, farsi “prestare” tremila euro e cercare fortuna altrove.

Perché, a conti fatti, qui in Italia non ci si può più stare.
I nostri diplomi di Ragioneria e le nostre lauree in Lettere non ci garantiscono nulla. Solo all’estero sanno come valorizzare le ore che abbiamo passato a studiare gli integrali al liceo, offrendoci la possibilità di ripassarle mentalmente mentre laviamo i piatti in un ristorante cinese a Soho.

Ecco quindi una breve lista di posti privilegiati dove trasferirsi per sfuggire alle brutture della nostra penisola in attesa che finiscano i tempi bui o che il papi ci tagli i viveri.


Londra

La meta prediletta dai ragazzi italiani. A Londra si trova tutto quello che l’Italia non ci offre più da tempo e di cui noi giovani abbiamo un disperato bisogno: concerti di gente che non canta esclusivamente ballate melodiche sull’amore, sesso facile con ragazze che fortunatamente non parlano la nostra lingua, droghe buone a prezzi ragionevoli, i cari vecchi Burger King che qui da noi ormai scarseggiano.

Germania

In Germania si sta meglio, non li ascolti i telegiornali? I tedeschi sono avanti.

Australia

I nostri nonni erano andati in Australia a far fortuna e ci sono riusciti. Perché non dovremmo farcela anche noi? Non ci verrà mai negato lavoro come raccogli-patate con un visto di sei mesi e inoltre lì la flora e la fauna sono pazzesche, canguri dappertutto e koala e la grande pietra rossa nel deserto sono garanzie di un futuro radioso.

America

Beh, si sa che il sogno americano è sempre una forte attrattiva per chiunque. Basta un po’ di impegno, un pizzico di coraggio e un talento nascosto che vuole sbocciare e ognuno di noi può ottenere successo e trovare il suo posticino nella grande America.
Il delinquentello di Step Up ci è riuscito, no? E se lui prima rubava macchine per strada e poi diveniva un ballerino professionista nella più grande scuola di danza del globo, perché io che vendo l’erba ai miei amici rincoglioniti non potrei un giorno diventare il vice-responsabile del personale del MacDonald di Springfield, Illinois?

Paesi del Nord Europa

In Finlandia si sta da dio, la gente guadagna proprio tanto, il reddito pro capite è una cosa spaventosa che se poi guardi quello italiano ti metti le mani nei capelli e inizi a singhiozzare. Fa anche un gran freddo del cazzo tutto l’anno, ma sono dettagli, lo scopo della mia vita è sempre stato quello di prendere un sacco di soldi al mese e girare in sciarpa e giubbotto per il resto della mia vita.


15 commenti:

  1. E dopo sei mesi all'estero, si comincia a organizzarsi per tornare in Italia, dapprima cercando un lavoro qualunque, poi anche senza. Una volta tornati, però, si consiglia agli amici di andare all'estero, perché "è un'esperienza che va fatta, ti arricchisce", come dire: la consolazione del minchione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per non parlare delle interessantissime esperienze di vita all'estero che è sempre bello raccontare cento volte nella speranza che a qualcuno interessi ancora dopo la quinta o sesta volta che le sente.

      Elimina
  2. Ti sei dimenticato la Spagna, che se anche là la disoccupazione è peggio che da noi tutti vogliono farci almeno l'erasmus in Spagna. E Malta, solo io ho amici che vanno a cercare lavoro a Malta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.youtube.com/watch?v=BoZ62m4En-s&feature=c4-overview-vl&list=PL9DE87535E66FC5F4

      Elimina
    2. A Malta si va a scopare, lavoro è na scusa

      Elimina
  3. come si prepara il gin tonic ???

    RispondiElimina
  4. Ma alla maiala in foto ,perchè servono 2 reggiseno....avesse una sesta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non avevo notato i due reggiseni onestamente D:

      Elimina
  5. Certi post di faina non si meritano proprio il formato digitale. Andrebbero scolpiti sulle piramidi di giza.

    RispondiElimina
  6. guarda penso che piuttosto di rimanere in ITAGLIA andrei anche in albania a raccogliere pietre

    RispondiElimina
  7. vorrei ricordarti che, se non vado errato, il supremo organo di controllo ha sanzionato un tizio, nostro compatriota, per aver definito la nazione in cui vive con l'epiteto "di merda".
    Forse è meglio per Te rettificare, punteggiare, sinonimizzare

    RispondiElimina
  8. hai ragione, meglio rinunciare a qualunque tentativo di migliorare la propria condizione e rimanere in Italia, meglio arrendersi a passare le giornate al bar a scroccare sigarette e sperando di imbattersi nel compleanno di qualcuno cosi' ci scappa pure la bevuta gratis. almeno non avro' chiesto 3000 euro ai miei e tutto cio' che dovranno fare sara' solo mantenermi a vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "buon viaggio, stronzo" cit.

      Elimina
    2. statti in italia a pagare la tax service.

      Elimina
  9. faina io ti amo.
    questo post è più vero del vero.

    RispondiElimina