Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

07 gennaio, 2013

La banalità dell'Internet


Su Studio Aperto hanno appena raccontato la storia di un giovane ragazzo che veniva preso per il culo dai suoi coetanei su Internet perché sembrava frocio.
Questo ragazzo si è impiccato con una sciarpa.
Poi hanno ricordato la storia di una giovane ragazza che qualche tempo fa mostrò le tette in un video che alcuni caricarono su Internet e per questo ebbe la vita rovinata.
Il servizio è terminato con l'inviata che con voce triste ha affermato, testualmente, che è vero che Internet può uccidere.

Stasera chiudete per bene porte e finestre, non sia mai che Internet entri in casa vostra per tagliarvi la gola nel sonno.



8 commenti:

  1. Ottimo, questo post di merda distrarrà i nostri lettori comuni dalla merdosità del mio post di rientro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in ogni caso si beccheranno dei post di merda, buon per loro

      Elimina
  2. "È colpa di internet" è il nuovo "È colpa della società".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto, ora finalmente le mamme d'italia smetteranno di guardare male i negri della stazione e cominceranno a guardare in cagnesco il computer dei figli.

      Elimina
    2. Non ho niente contro i negri della stazione, spacciano roba buona. Ma quale figlio preferire che le madri continuassero a prendersela con i negri.

      Elimina
  3. Se internet uccidesse davvero la gente,
    sarebbe davvero una gran figata.

    RispondiElimina
  4. cristo.... moriremo tutti !!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. ma la sciarpa era del milan?
    =)

    RispondiElimina