Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

02 dicembre, 2010

Blog di sinistra


La mia personale opinione su Berlusconi non è esattamente una di quelle che riscuoterebbero consensi tra le file del PdL (a meno che Arrogante Opportunista Puttaniere non sia un complimento da quelle parti), ma questo non significa automaticamente che io sia un simpatizzante della sinistra.

E questo per la semplice ragione che la sinistra italiana mi sembra un bambino invidioso che passa il tempo a lamentarsi di quanto cattivi sono i suoi compagni all’asilo e che per sfogarsi rompe i giocattoli che gli compra la mamma.

Bambini del genere mi stavano su cazzo a cinque anni, figuriamoci se non mi stanno sul cazzo ora che sono diventati bambini adulti in giacca e cravatta seduti in Parlamento intenti a lamentarsi dei compagni più bulli e fortunati.

Insomma, perché questa tediosa introduzione?
Per parlare dei blog di sinistra.

Praticamente la blogosfera più “intellettuale” e “raffinata” nel panorama web italiano è composta da blogger di sinistra.

E i blog italiani di destra?
I blog italiani di destra si limitano a un nutrito gruppo di isterici forum creati da tredicenni che hanno imparato la storia leggendo graffiti fascisti sui muri del cesso della stazione.

Ma i blog di sinistra, oh, loro sono ben al di là di queste frivole cazzate.

I blog di sinistra trattano argomenti seri e attuali e lo fanno con chiarezza e oggettività,

non scadono nel turpiloquio e quando proprio sono costretti a usare parole volgari si chiama sempre e solo satira,

i blogger di sinistra si scambiano tra di loro commenti intelligenti e sempre venati da un pizzico di acuta ironia volta a deridere i difetti di Berlusconi e i suoi sgherri,

i blog di sinistra promuovono gli scioperi nazionali contro le riforme  e le presentazioni dell’ultimo libro di Travaglio in post entusiastici che esaltano i supremi valori della resistenza e della libera informazione,

i blog di sinistra usano paroloni e termini tecnici perché sono centri di informazione seria e impegnata,

i blogger di sinistra leggono Il Fatto Quotidiano,

e simpatizzano con le idee di Grillo ma ne prendono le distanze quando lo vedono agitarsi troppo e gridare “Vaffanculo” perché il suo è il modo sbagliato di fare politica e guadagnare credibilità,

i blogger di sinistra si lamentano dell’incapacità della sinistra quasi più che di quella della destra,

non si perdono una puntata dei programmi in cui compaiono gente come Fazio o Saviano o Santoro anche se sono sempre pronti a criticarli quando sbagliano la minima cazzata,

i blogger di sinistra sono contro la corruzione e la mafia e si preoccupano di fartelo sapere nei loro post e alle loro riunioni di seghe virtuali nelle community di cui fanno parte.

i blogger di sinistra adorano le vignette satiriche, convinti che la loro quantità in questo mondo sia direttamente proporzionale alle possibili dimissioni di Brunetta; per questo non perdono mai occasione per sfornare simpatiche caricature di Bossi che scarica pallini di piombo nel culo di simpatiche caricature di immigrati clandestini imbarcati su un gommone.

Ah, sì, quasi dimenticavo: i blogger di sinistra italiani hanno imparato il significato della parola “satira” guardando Tabloid di Luttazzi nel ’96 su Mai Dire Gol e l’hanno proclamato santo e ora che hanno scoperto che rubava le battute si sono indignati e hanno dichiarato che in fondo in fondo a loro non è mai piaciuto più di tanto.

Insomma, la destra vince perché è rappresentata da gente intraprendente e attiva, gente obiettivamente ignorante ma che non perde tempo a teorizzare e preferisce partire alla carica senza la più vaga idea di dove finirà; mentre la sinistra perde perché è composta da lavoratori che si rompono il culo alle dipendenze di un padrone e pensano solo alla busta paga, studenti che sprecano tre quarti del loro tempo a leggere cazzate teoriche scritte da intellettuali convinti che il sapere sia tutto, impiegati pigri con un complesso di inferiorità mai risolto.

E tutti hanno abbastanza tempo per scrivere su un blog.

HASTA LA VICTORIA SIEMPRE.

(Nei commenti è gradito l’inserimento di uno o più indirizzi di blog che presentano tali caratteristiche. I risultati potrebbero essere sorprendenti. E tristemente numerosi.)

32 commenti:

  1. Ragno votiamo i Verdi!

    Non li seguo fondamentalmente questi blogger, studiare scienze politiche fa passar la voglia di leggere, scrivere e vedere boiate tali, destra e sinistra che siano.

    RispondiElimina
  2. Praticamente il sito di Repubblica è un blog di sinistra. Solo con più tette in vista.

    RispondiElimina
  3. (non ho voglia di mettere gli ipertesti*)

    *ma quanto fa 1990 scriverlo?


    http://a100milionidiannilucedallaterra.myblog.it/

    http://blog-condiviso.blogspot.com/

    http://ritentasaraipiufortunato.splinder.com/

    http://www.chitblog.net/

    http://altrodoveblog.blogspot.com/

    http://zonaliberata.ilcannocchiale.it/

    RispondiElimina
  4. "Non sono comunista. Non posso permettermelo" (Ennio Flaiano)

    RispondiElimina
  5. oh, io ne metto solo uno, il primo che mi è capitato a tiro, perchè sono molto pigro.

    http://ruberia.blogspot.com

    Anche a me stanno sulle palle i bambini piagnucolosi.
    Grande post Faina. Sembri quasi quello di una volta, finalmente.

    RispondiElimina
  6. Ops...ma a me piace anche la fica e i rutti, va bene lo stesso?

    RispondiElimina
  7. http://femminileplurale.wordpress.com
    questo non è male (nel senso che sì, è proprio male, e quindi non è male nel senso del tuo post, ma si capisce quello che dico?), da notare soprattutto questo -->
    http://femminileplurale.wordpress.com/2010/11/27/diseducational-channel/
    post

    faina, molla i tuoi films e torna a fare il cattivo!

    clà

    RispondiElimina
  8. condivido pienamente sto post, anche se ogni tanto sentivo il bisogno di vedere tette

    RispondiElimina
  9. quindi? stai dicendo che e' meglio essere ignoranti ma attivi e fare danni in giro piuttosto che studiare, ponderare, pianificare e fare le cose per bene?

    RispondiElimina
  10. Mmmm....forse intendeva dire proprio che non fanno niente?

    RispondiElimina
  11. Essendo stata chiamata in causa da Sciuscia, vorrei solo precisare due cose: non leggo il Fatto Quotidiano e soprattutto detesto Grillo da molto prima che cominciare a rompere le palle col movimento 5 stelle. Ah, sono parecchio triviale, evito giusto di scrivere bestemmie, anche se non so perché. E comunque "blogger" non me l'aveva mai detto nessuno.

    RispondiElimina
  12. *molto prima che cominciasse, chiedo venia.

    RispondiElimina
  13. Se dio esistesse bestemmierebbe pure lui. E sarebbe di destra.

    RispondiElimina
  14. Con fini nuovo leader della sinistra tutto cambierà: la depilazione pubica non sarà più ammessa.

    RispondiElimina
  15. Il 90% di quei blogger a malapena avranno partecipato ad una manifestazione.

    RispondiElimina
  16. No, sbagli Emix. Se Dio esistesse, bestemmierebbe SE e SOLO SE giocasse a PES.

    Me la so' cavata coi congiuntazzi?

    RispondiElimina
  17. Mi si incastrano le melanzane nel culo

    RispondiElimina
  18. Concorderai però che alle riunioni di seghe virtuali ci si diverte un casino.

    RispondiElimina
  19. Porco dio faina scoppato succhiacazzi

    RispondiElimina
  20. Faina impotente ahahhahehae HAHEA LULZ IN THA HOOD

    RispondiElimina
  21. @ bob:

    no, sto dicendo che studiare e ponderare non serve se alla fin fine il tutto si riduce a un cumulo di seghe teoriche. teoriche, capito? il problema della sinistra secondo me è che non agisce, si trastulla, perde tempo, è moscia.

    ora basta con i commenti seri, grazie. questo NON è un blog in cui ci si può confrontare e discutere come persone civili.

    (vorrei ringraziare tutti i lettori che continuano a chiedermi di smetterla con queste recensioni e tornare a scrivere "come facevo una volta sul vecchio blog".
    no, lasciate perdere.
    il vecchio blog è durato tre anni e il suo scopo l'ha raggiunto, quello che dovevo dire l'ho detto, la mia linea di pensiero è stata espressa e spinta al suo massimo, fabio volo è stato rivelato per quello che è: una minaccia per la nostra società.
    la mia missione è compiuta, non c'era altro da dire, ogni stimolo era sparito.
    siamo sinceri, avrei dovuto continuare a riproporvi la stessa minestra riscaldata per anni? mi dispiace ma il mio blog non si chiama chinaski77.
    ora, se questo nuovo blog non vi aggrada, suppongo che possiate arrivare da soli a intuire la mia reazione al vostro disappunto: non me ne frega un cazzo se non vi piace come prima, rileggetevi i vecchi post del vecchio blog e masturbatevi su quelli pensando a quanto bravo e arguto riuscivo ad essere quando chiamavo le donne "troie")

    RispondiElimina
  22. Faina mi ecciti quando fai così in entrambi i tuoi blog!

    RispondiElimina
  23. Faina ha il cazzo così corto che viene usato dalla festina per i meccanismi alla femtoprecisione

    RispondiElimina
  24. E' inutile, anche su questo nuovo blog l'alta percentuale di teste di cazzo che ti commentano indicano indiscutibilmente la tua superiorità rispetto a me.

    Devo cominciare a pagare ed* per commentare come anonimo.

    RispondiElimina
  25. Faina la tua è tutta invidia.

    RispondiElimina
  26. Sei grande, sei grande, ma perdi le... MUTANDEEE !!

    RispondiElimina
  27. Ciao,
    arrivo dal blog di Sciuscia.
    Non sono in accordo con quanto scrivi,
    ma solo per questo pezzo, sugli altri hai tutta la mia stima.

    Se ti va' di leggermi, prova a cliccare qui
    www.zacforever.wordpress.com

    e' ovviamente un blog di sinistra, e proprio per questo sarei onorato di leggere una critica, qualsiasi essa sia.

    Ciao,
    Zac

    RispondiElimina
  28. Questi sono i blog dei pischelli delle seghe. Cazzo, e io che mi sembrava ch'eri di sinistra.

    RispondiElimina