Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

26 ottobre, 2010

Il sesto senso, M. Night Shyamalan, L'ultimo dominatore dell'aria


È uscito da poco nelle sale L’ultimo dominatore dell’aria, film del regista M. Night Shyamalan CHI? M. Night Shyamalan CHI SCUSA? Quello de Il sesto senso AH OKAY ADESSO CI SONO e, sorpresa sorpresa, fa schifo.

Perché mi ha fatto cagare?
Beh, ovviamente l’essere uscito nello stesso periodo di Inception è un elemento da non sottovalutare, è come gettare in un ring un lupo e una gallina e fissare la gallina negli occhi e dirle “Credo fermamente in te, so che ce la puoi fare” e poi osservarla mentre viene sbranata e prima di tirare l’ultimo respiro vedere la gallina che gira lentamente la testa verso di te e ti lancia un’occhiata carica di dolore e con la voce spezzata ti dice “Vaffanculo stronzo”.

Ecco, quando hanno fatto uscire nelle sale questo film insieme ad Inception indovinate quale dei due era la gallina del cazzo.

Poi, altro elemento da non sottovalutare: il film oggettivamente è una porcata.

“Ma lui è il tizio del Sesto senso! Non può aver fatto un brutto film!”, obietteranno quelli di voi ancora convinti che I fratelli Wachowski siano dei geni perché una volta hanno fatto Matrix e che Del Piero sia ancora un valido giocatore perché una volta sapeva correre.
INGENUI NOSTALGICI, risponderò io.

Il declino di quest’uomo è iniziato subito dopo il suo più grande successo. Diamo un’occhiata veloce alla sua carriera a partire da Il sesto senso:

Il sesto senso

Trama:
Bruce Willis (SPOILER) muore (SPOILER) all’inizio del film, poi torna sotto forma di (SPOILER) fantasma (SPOILER) per aiutare un bambino che vede i fantasmi a non aver più paura di vedere i fantasmi. Insomma, Bruce Willis è un (SPOILER) fantasma (SPOILER), che sia chiaro.

Critica:
Il film ha i suoi momenti, è ben interpretato, c’è la giusta atmosfera, e il finale (la prima volta) ti fa pensare MACCHECAZZO: non male nel complesso, peccato che le visioni successive perdono il loro valore dato che sai già che Bruce Willis è un (SPOILER) fantasma. (SPOILER)

Unbreakable – Il predestinato

Trama:
Bruce Willis è indistruttibile (mah), quindi in questo film non è un (SPOILER) fantasma (SPOILER), allora Samuel L. Jackson (che è decisamente distruttibile) lo convince a diventare una specie di supereroe e a salvare laggente.
Bruce lo fa, ma alla fine del film scopre che Samuel è un criminale che faceva del male allaggente.

Critica:
Uno di quei film che non rientra nella categoria O LO AMI O LO ODI, quanto piuttosto nella categoria L’HO VISTO UNA VOLTA TEMPO FA, MMMHHH. Un film che non lascia il segno anche se vorrebbe tanto farlo.

Signs

Trama:
Mel Gibson ha un campo di grano, e ci trova dei cerchi: sono gli alieni! Eh sì! Gli alieni vogliono conquistare la terra e far fuori laggente, ma sbagliano i calcoli e si accorgono troppo tardi che il loro nemico naturale più terribile è onnipresente sul territorio: si tratta dell’acqua, signore e signori. Per loro è come un acido, e allora via con i Super Liquidator e i gavettoni sul muso. Ciao E.T.

Critica:
Evitando di rispondere alla domanda più ovvia SE GLI ALIENI ODIANO L’ACQUA PERCHE CAZZO INVADONO LA TERRA?, si può notare che una o due cose si salvano: l’atmosfera. L’atmosfera che si crea non è affatto male, almeno fino alla metà del film, dopodiché è un continuo susseguirsi di momenti MMMHHH. Qual è l’altra cosa che si salvava? Ah, sì, Mel Gibson e Joaquin Phoenix formano una bella coppia, sono affiatati e si vede, peccato che siano stati usati per un film di questo genere. Magari in futuro, chissà.

The Village

Trama:
Una tizia cieca deve uscire dal suo villaggio del 19simo secolo e attraversare un bosco per arrivare alla civiltà e prendere delle medicine, ma nel bosco ci stanno i mostri che uccidono laggente. Si scopre alla fine che i mostri sono (SPOILER) abitanti anziani del villaggio travestiti da mostri (SPOILER) che (SPOILER) si travestono da mostri (SPOILER) per spaventare laggente e convincerla a non uscire dal villaggio. Perché? Perché fuori dal villaggio e oltre il bosco non c’è il 19simo secolo, c’è il 20simo, ci stanno gli autobus e gli aerei e i cellulari e lecosebruttedellavita, e gli anziani che (SPOILER) si travestono da mostri (SPOILER) volevano solo difendere la gente del villaggio e fargli credere di vivere nel 19simo secolo per il loro bene, che nel 19simo secolo si sta tanto meglio e tutti sono amici e le malattie non esistono e la morte viene sempre nel sonno e non devi pagare l’Enel.

Critica:
Sarò breve: MERDA.

Lady in the Water

Trama:
Sarò breve: MERDA.

Critica: All’inizio del film speri che M.Night abbia imparato dai suoi errori e che sia riuscito a tornare ai fasti del passato, alla fine del film sono le undici e mezza di sera e grazie a Dio è ora di andare a letto e sognare di aver passato la serata guardando una mosca che camminava sul muro.

E venne il giorno

Trama:
La natura ha le palle piene degli americani che la maltrattano e decide di sterminarli tutti convincendoli a suicidarsi tramite una tossina che spacca i culi, quindi muoiono un sacco di persone in modi assurdi e spettacolari. Ma alla fine il protagonista e sua moglie sopravvivono, però si lascia intendere che la natura sta per spaccare il culo ai francesi.

Critica:
L’unico motivo per guardare questo film è la scena in cui l’uomo si fa investire dal tosaerba. E’, diciamo, una scena simpatica. Carina. Una scena che se fosse una ragazza ci usciresti insieme un paio di volte e alla terza te la scoperesti giusto perché di sì, ma poi non la richiami. Tutto qua.



 VALUTAZIONE FINALE:



Bruce Willis fantasma la prima volta:                                    ★★★★★
Bruce Willis fantasma la seconda volta:                           ☆☆☆☆
Alieni che si fanno sconfiggere dall’acqua:                                      ☆☆☆☆ 
Anziani travestiti da mostri:                                                           ☆☆☆☆
Del Piero quando correva:                                                             ★★★★★

12 commenti:

  1. Dio merda, sarai mica juventino?

    RispondiElimina
  2. due anni per un post di merda. bah. chissà dov'è finito faina

    RispondiElimina
  3. ultimo dominatore dell'aria:
    trama quasi accettabile (attenti al quasi) con una regia pessima come poche.
    La gallina se l'è cercata!

    RispondiElimina
  4. Eppure non dimenticherò mai, di Lady in the Water, il tipo che faceva i manubri solo per il bicipite destro (e si ritrova con 1 braccione grosso ed 1 come il mio).
    Ettore.

    RispondiElimina
  5. Non mi ricordo più quando, penso entro natale, Shyalblabla esce con un altro film; Devil. Dei tizi rinchiusi in un ascensore, uno di loro è un maniaco assassino.
    Come plot trasuda originalità come una troia trasuda sensualità dopo il trentesimo cliente della serata.
    Quel regista lì è un cazzone sopravvalutato.

    RispondiElimina
  6. vedo la gente morta. vedo la gente morta. vedo la gente morta.

    RispondiElimina
  7. lady in the water ha un suo perchè.

    RispondiElimina
  8. bruce willis è una cagata vivente

    RispondiElimina
  9. The Village è il best dei suoi film...

    RispondiElimina